Home 9 Circolari 9 LE PRINCIPALI NOVITÀ FISCALI DEL DECRETO RISTORI-BIS

LE PRINCIPALI NOVITÀ FISCALI DEL DECRETO RISTORI-BIS

da | Nov 11, 2020 | Circolari

È stato pubblicato nella G.U. n.279 del 9.11.2020 il Decreto Legge 149 del 9 novembre 2020 (definito come Decreto “Ristori-bis) che segue ed aggiorna diverse disposizioni contenute nel precedente D.L. 137 del 28 ottobre 2020 (cosiddetto Decreto “Ristori”) oltre a introdurne di nuove. 

Di seguito, pertanto, andiamo a riassumere le principali previsioni fiscali contenute nell’ultimo provvedimento emanato.

Sospensione versamenti in scadenza nel mese di novembre

L’articolo 6, Decreto Ristori-bis stabilisce, per alcuni soggetti, la sospensione dei versamenti in scadenza a novembre relativi a ritenute su redditi di lavoro dipendente e assimilato ed IVA; tali importi saranno versati senza sanzioni e senza interessi dal 16 marzo 2021 (in unica soluzione ovvero in quattro rate mensili).

Devono invece essere versati alle ordinarie scadenze i debiti tributari e contributivi, quali in particolare le ritenute di lavoro autonomo e i contributi previdenziali in scadenza il prossimo 16 novembre.

I soggetti che possono beneficiare del descritto differimento sono:

  • attività economiche sospese ai sensi dell’articolo 1, D.P.C.M. 3 novembre 2020, aventi domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in qualsiasi area del territorio nazionale. Si tratta, ad esempio, delle attività di spettacolo, delle sale da ballo e discoteche, delle sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, delle attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e termali, delle attività dei musei, delle mostre, dei convegni, dei congressi e degli altri eventi;
  • soggetti che esercitano le attività dei servizi di ristorazione che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di elevata o massima gravità e da un livello di rischio alto (aree rosse ed aree arancione);
  • i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle aree del territorio nazionale considerate “zone rosse” (cioè, attualmente, le Regioni Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Calabria) e che operano nei settori economici individuati nell’Allegato 2; si tratta, ad esempio, delle varie attività di commercio al dettaglio non alimentare, dei grandi magazzini, degli empori e degli altri negozi non specializzati di vari prodotti non alimentari, del commercio al dettaglio ambulante di prodotti alimentari e non, degli istituti di bellezza e dei servizi di cura degli animali da compagnia (esclusi i servizi veterinari);
  • i soggetti che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle aree del territorio nazionale considerate “zone rosse” ed esercitano l’attività alberghiera, l’attività di agenzia di viaggio o quella di tour operator.

Sospensione versamenti seconda rata acconto

Ai sensi dell’articolo 98, D.L. 104/2020 (Decreto Agosto) hanno diritto al differimento della seconda rata di acconto delle imposte al 30 aprile 2021, ordinariamente in scadenza il prossimo 30 novembre, coloro che hanno realizzato una riduzione del 33% del fatturato del primo semestre 2020 rispetto al primo semestre 2019 e contemporaneamente:

  • esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa);
  • dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito, per ciascun indice, dal relativo decreto di approvazione del Ministro dell’Economia e delle finanze (pari a 5.164.569 euro);
  • applicano il regime forfetario ex L. 190/2014 oppure quello di vantaggio ex D.L. 98/2011 (se svolgono attività economiche per le quali sono previsti gli Isa, ancorché siano esclusi dalla relativa applicazione);
  • presentano altre cause di esclusione o di inapplicabilità degli Isa (ad esempio inizio o cessazione attività, non normale svolgimento dell’attività, determinazione forfetaria del reddito, etc.).

L’articolo 6, Decreto Ristori-bis amplia la platea dei soggetti beneficiari consentendo che tale differimento sia possibile senza verificare la riduzione di fatturato per:

  • i soggetti che esercitano una delle attività che sono state sospese o limitate a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, individuate nell’Allegato 1 e nell’Allegato 2 con domicilio fiscale o la sede operativa nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (si tratta, in pratica, delle Regioni della c.d. zona rossa, allo stato attuale Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta).
  • Soggetti esercenti l’attività di gestione di ristoranti nelle aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto (zone arancione)

Contributo a fondo perduto

L’articolo 1 del Decreto Ristori (D.L. 137/2020) ha riproposto un contributo a fondo perduto con modalità analoghe a quelle previste dal D.L. 34/2020; rispetto a quella versione, il contributo riconosciuto dal Decreto Ristori non è generalizzato, ma finalizzato a supportare le attività che hanno patito le maggiori conseguenze dalle recenti restrizioni. È infatti previsto che il contributo sia riconosciuto ai soggetti che congiuntamente rispettano i seguenti requisiti:

  • in possesso di partita Iva al 25 ottobre 2020;
  • svolgono come attività prevalente una delle attività previste nell’allegato 1;
  • hanno realizzato una riduzione di fatturato di almeno il 33% nel mese di aprile 2020 rispetto ad aprile 2019 ad eccezione dei soggetti che hanno iniziato l’attività dal 1° gennaio 2019).

Per coloro che hanno richiesto il contributo a fondo perduto di cui al D.L. 34/2020 (accreditato nel corso dell’estate) l’erogazione sarà automatica e sarà calcolato secondo una data misura percentuale (indicata negli allegati) rispetto al contributo già percepito.

Rispetto al contributo a fondo perduto stabilito dal Decreto Ristori (D.L. 137/2020) l’articolo 1 del Decreto Ristori-bis (D.L. 149/20) ha apportato le seguenti modifiche:

  • viene introdotta una nuova quota percentuale minima, ai fini del calcolo del citato contributo, pari al 50%, riguardante esclusivamente gli internet point (codice ATECO 619020) e la ristorazione con somministrazione con preparazione di cibi da asporto (561020);
  • sono previste nuove attività beneficiarie del contributo, nella quota percentuale del 100%, ad esempio, le attività di fotoreporter (742011), le lavanderie industriali (960110) e i corsi di danza (855201); nella quota percentuale del 200% ad esempio, i corsi sportivi e ricreativi (855100), le attività dei musei (910200), delle biblioteche (910100), dei luoghi e monumenti storici (910300);
  • per gelaterie e pasticcerie (codici ATECO 561030 e 561041), bar e altri esercizi simili senza cucina (563000) e alberghi (551000) con domicilio fiscale o sede operativa nelle zone rosse e arancioni, la quota percentuale del contributo è pari al 200% (viene aggiunto un ulteriore 50% rispetto alla quota indicata dal Decreto Ristori, pari al 150%);
  • nell’anno 2021, agli operatori con sede operativa nei centri commerciali e agli operatori delle produzioni industriali del comparto alimentare e delle bevande interessati dalle misure restrittive del D.P.C.M. 3 novembre 2020, viene riconosciuto un contributo nella misura del 30% rispetto a quello del Decreto Ristori. Tale contributo sarà erogato, previa presentazione di istanza, dall’Agenzia delle entrate;
  • viene previsto un nuovo contributo per i soggetti che, alla data del 25 ottobre 2020, hanno la partita Iva attiva dichiarano di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici Ateco riportati nell’Allegato 2 e hanno il domicilio fiscale o la sede operativa nelle. zone “rosse”), con una misura del 200%. Tra le attività incluse nell’Allegato 2 rientrano, ad esempio, i grandi magazzini (471910), nonché numerose attività di commercio al dettaglio.

Tali percentuali fanno riferimento al contributo a fondo perduto che era stato riconosciuto nel corso dell’estate scorsa in forza del Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), per cui il presente contributo risulta essere un multiplo di quello precedentemente ricevuto. Al riguardo:

  • tutte le attività dell’allegato 2 hanno diritto ad un contributo del 200%;
  • le attività dell’allegato 1 hanno invece diritto ad un contributo differenziato sulla base del codice attività (ad esempio: ristoranti 200%, bar 150%, gestione di palestre 200%)

Credito imposta locazioni

L’articolo 8 del Decreto Ristori ha introdotto un nuovo credito d’imposta relativo ai canoni di locazione e di affitto di azienda relativi ai mesi di ottobre novembre e dicembre; tale credito spetta ai soggetti indicati nell’allegato 1. Occorre verificare la riduzione del fatturato di ciascun mese rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, ma non esiste alcun limite dimensionale (il credito d’imposta del D.L. 34/2020 richiedeva di verificare il rispetto del limite di 5 milioni di euro per l’anno 2019).

Con l’articolo 4 del Decreto Ristori-bis tale credito d’imposta viene concesso, alle medesime condizioni, anche alle imprese operanti nei settori riportati nell’Allegato 2 (si tratta prevalentemente di attività di commercio) e agenzie di viaggio e i tour operator, purché tali soggetti abbiano la sede operativa (quindi è irrilevante la sede legale o il domicilio) nelle regioni denominate “zone rosse”.

ALLEGATO 1
AtecoAttività
493210Trasporto con taxi
493220Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente  
493901Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano
551000Alberghi
552010Villaggi turistici
552020Ostelli della gioventù
552030Rifugi di montagna
552040Colonie marine e montane 
552051Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence
552052Attività di alloggio connesse alle aziende agricole
553000Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte
559020Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero
561011Ristorazione con somministrazione
561012Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
561030Gelaterie e pasticcerie
561041Gelaterie e pasticcerie ambulanti
561042Ristorazione ambulante
561050Ristorazione su treni e navi
562100Catering per eventi, banqueting
563000Bar e altri esercizi simili senza cucina
591300Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi
591400Attività di proiezione cinematografica
749094Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport
773994Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi
799011Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento
799019Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca
799020Attività delle guide e degli accompagnatori turistici
823000Organizzazione di convegni e fiere
855209Altra formazione culturale
900101Attività nel campo della recitazione
900109Altre rappresentazioni artistiche
900201Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli
900209Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche
900309Altre creazioni artistiche e letterarie
900400Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche
920009Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo}
931110Gestione di stadi
931120Gestione di piscine
931130Gestione di impianti sportivi polivalenti
931190Gestione di altri impianti sportivi nca
931200Attività di club sportivi
931300Gestione di palestre
931910Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi
931999Altre attività sportive nca
932100Parchi di divertimento e parchi tematici
932910Discoteche, sale da ballo night-club e simili
932930Sale giochi e biliardi
932990Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca
949920Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby
949990Attività di altre organizzazioni associative nca
960410Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali}
960420Stabilimenti termali
960905Organizzazione di feste e cerimonie
493909Altre attività di trasporti terrestri di passeggeri nca
503000Trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne (inclusi i trasporti lagunari)
619020Posto telefonico pubblico ed Internet Point
742011Attività di fotoreporter
742019Altre attività di riprese fotografiche
855100Corsi sportivi e ricreativi
855201Corsi di danza
920002Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone
960110Attività delle lavanderie industriali
477835Commercio al dettaglio di bomboniere
522130Gestione di stazioni per autobus
931992Attività delle guide alpine
743000Traduzione e interpretariato
561020Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto
910100Attività di biblioteche ed archivi
910200Attività di musei
910300Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili
910400Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali
205102Fabbricazione di articoli esplosivi
ALLEGATO 2
AtecoAttività
471910Grandi magazzini
471990Empori ed altri negozi non specializzati di vari prodotti non alimentari
475110Commercio al dettaglio di tessuti per l’abbigliamento, l’arredamento e di biancheria per la casa
475120Commercio al dettaglio di filati per maglieria e merceria
475311Commercio al dettaglio di tende e tendine
475312Commercio al dettaglio di tappeti
475320Commercio al dettaglio di carta da parati e rivestimenti per pavimenti (moquette e linoleum)
475400Commercio al dettaglio di elettrodomestici in esercizi specializzati
476420Commercio al dettaglio di natanti e accessori
477834Commercio al dettaglio di articoli da regalo e per fumatori
475910Commercio al dettaglio di mobili per la casa
475920Commercio al dettaglio di utensili per la casa, di cristallerie e vasellame
475940Commercio al dettaglio di macchine per cucire e per maglieria per uso domestico
475960Commercio al dettaglio di strumenti musicali e spartiti
475991Commercio al dettaglio di articoli in legno, sughero, vimini e articoli in plastica per uso domestico
475999Commercio al dettaglio di altri articoli per uso domestico nca
476300Commercio al dettaglio di registrazioni musicali e video in esercizi specializzati
477110Commercio al dettaglio di confezioni per adulti
477140Commercio al dettaglio di pellicce e di abbigliamento in pelle
477150Commercio al dettaglio di cappelli, ombrelli, guanti e cravatte
477220Commercio al dettaglio di articoli di pelletteria e da viaggio
477700Commercio al dettaglio di orologi, articoli di gioielleria e argenteria
477810Commercio al dettaglio di mobili per ufficio
477831Commercio al dettaglio di oggetti d’arte (incluse le gallerie d’arte)
477832Commercio al dettaglio di oggetti d’artigianato
477833Commercio al dettaglio di arredi sacri ed articoli religiosi
477835Commercio al dettaglio di bomboniere
477836Commercio al dettaglio di chincaglieria e bigiotteria (inclusi gli oggetti ricordo e gli articoli di promozione pubblicitaria)
477837Commercio al dettaglio di articoli per le belle arti
477850Commercio al dettaglio di armi e munizioni, articoli militari
477891Commercio al dettaglio di filatelia, numismatica e articoli da collezionismo
477892Commercio al dettaglio di spaghi, cordami, tele e sacchi di juta e prodotti per l’imballaggio (esclusi quelli in carta e cartone)
477894Commercio al dettaglio di articoli per adulti (sexy shop)
477899Commercio al dettaglio di altri prodotti non alimentari nca
477910Commercio al dettaglio di libri di seconda mano
477920Commercio al dettaglio di mobili usati e oggetti di antiquariato
477930Commercio al dettaglio di indumenti e altri oggetti usati
477940Case d’asta al dettaglio (escluse aste via internet)
478101Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ortofrutticoli
478102Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ittici
478103Commercio al dettaglio ambulante di carne
478109Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti alimentari e bevande nca
478201Commercio al dettaglio ambulante di tessuti, articoli tessili per la casa, articoli di abbigliamento
478202Commercio al dettaglio ambulante di calzature e pelletterie
478901Commercio al dettaglio ambulante di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
478902Commercio al dettaglio ambulante di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura; attrezzature per il giardinaggio
478903Commercio al dettaglio ambulante di profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti per qualsiasi uso
478904Commercio al dettaglio ambulante di chincaglieria e bigiotteria
478905Commercio al dettaglio ambulante di arredamenti per giardino; mobili; tappeti e stuoie; articoli casalinghi; elettrodomestici; materiale elettrico
478909Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti nca
479910Commercio al dettaglio di prodotti vari, mediante l’intervento di un dimostratore o di un incaricato alla vendita (porta a porta)
960202Servizi degli istituti di bellezza
960203Servizi di manicure e pedicure
960902Attività di tatuaggio e piercing
960903Agenzie matrimoniali e d’incontro
960904Servizi di cura degli animali da compagnia (esclusi i servizi veterinari)
960909Altre attività di servizi per la persona nca

Altri argomenti della stessa categoria

POTREBBE INTERESSARTI

Presentazione delle autocertificazioni attestanti gli importi necessari per la concessione dei contributi de minimis: Scadenza 8 marzo 2024!

Attenzione all'imminente scadenza dell'autocertificazione attestante gli importi dei contributi ricevuti per chi eccede i limiti de minimis, cioè per chi ha...

Fatture estere ricevute da fornitori: integrazione IVA e autofattura?

Sono a chiedervi chiarimenti in merito agli adempimenti da compiere di fronte alla ricezione di una fattura estera per acquisto di servizi...

Il concordato preventivo biennale: convenienza anche per gli operatori del turismo?

La Legge Delega di riforma fiscale ha previsto l’introduzione del c.d. “concordato preventivo biennale”, mediante il quale il fisco proporrà al...

Modifiche successive nelle pratiche e fatturazione commissioni

Nell'attività di intermediazione inerente alla vendita di crociere ci ritroviamo spesso a modificare le pratiche diverse volte per aggiunte o...

Compagnia aerea low cost non rilascia fattura: può costituire pacchetto turistico 74ter?

Nel caso in cui prenoto un hotel e un volo low-cost ma la compagnia di volo non mi rilascia nessuna fattura (ultimamente una low-cost...

Pratiche in intermediazione: come gestire i documenti elettronici ricevuti?

Con la presente vi chiediamo dei chiarimenti circa il trattamento contabile delle pratiche di intermediazione.Nello specifico caso in cui la...

LA LEGGE DI BILANCIO PER IL 2024

La L. 213/2023, c.d. Legge di Bilancio per il 2024, è stata pubblicata sul S.O. n. 40/L della Gazzetta Ufficiale n. 303 del 31 dicembre 2023. La Legge si...

I bonifici ricevuti da Viator, Get Your Guide ed altri booking system sono da fatturare?

Avrei bisogno di comprendere come considerare fiscalmente i bonifici che ci arrivano da Viator, Get Your Guide e dal booking system che...

Commissioni su crociere: vanno fatturate? Quale regime IVA va applicato?

Vi chiedo alcuni chiarimenti sulle commissioni riconosciute dalla vendita delle crociere. MSC o Costa inviano alla nostra agenzia di viaggio...

VERSAMENTO DELL’ACCONTO IVA PER L’ANNO 2023

Entro il prossimo 27 dicembre 2023 i soggetti che eseguono le operazioni mensili e trimestrali di liquidazione e versamento dell’Iva sono tenuti a versare...