Home 9 Il Commento di Giulio Benedetti 9 Nuovi obblighi dal 1 luglio: seconda parte: autofattura elettronica per acquisti da fornitori esteri

Nuovi obblighi dal 1 luglio: seconda parte: autofattura elettronica per acquisti da fornitori esteri

da | Lug 8, 2022 | Il Commento di Giulio Benedetti

Estremamente invasivo per il nostro settore il nuovo obbligo riguardante gli acquisti da fornitori esteri: dal 1 luglio sarà obbligatorio generare “autofattura elettronica” per comunicare all’Agenzia delle Entrate tutti i dati relativi agli acquisti effettuati (hotel, noleggi, guide, eventi, spettacoli, ma anche acquisti di spazi pubblicitari o software su internet, ecc.).

Come ho più volte accennato in passato, quando vi arriva notizia di un “Decreto Semplificazioni” bisogna fare attenzione a non fraintendere il beneficiario del sostantivo: le “semplificazioni” non sono quasi mai a favore del contribuente, bensì della pubblica amministrazione che, come in questo caso, si trova tutti i dati comodamente recapitati sui propri sistemi, grazie al lavoro delle aziende e dei contribuenti (ed  è inevitabile che dovranno essere sostenuti maggiori costi a carico  delle aziende per adempiere a questi nuovi obblighi).

Fino al 30 giugno i dati degli acquisti dall’estero dovevano essere comunicati, cumulativamente, ogni trimestre. Dal 1 luglio sarà invece obbligatorio comunicarli ogni mese (entro il giorno 15 del mese successivo) generando una vera e propria fattura elettronica per ogni acquisto effettuato, con tutte le maggiori complicazioni (in termini di dati anagrafici da recuperare, eventualmente da correggere, ecc.).

Gli aspetti tecnici sono molteplici, e per questo vi rimando a questo mio dettagliato articolo, nel quale spero possa trovare risposte pratiche chi ha dei dubbi  sulle varie casistiche concrete:

Purtroppo per le agenzie viaggi questo adempimento risulta oltremodo complesso: come noto, infatti, per organizzare un pacchetto turistico all’estero si possono avere rapporti con i più disparati fornitori, che seguono le regole fiscali del loro paese (spesso profondamente diverse dalle nostre) ed in molti casi sarà davvero difficile recuperare tutti i dati che la autofattura elettronica richiede per non essere scartata dal Sistema d’Interscambio: pensiamo ad esempio ai fornitori USA (che spesso mandano solo una mail di riepilogo), agli estratti conto della biglietteria aerea, ai ticket degli ingressi ai musei o agli eventi sportivi esteri, ecc.

La speranza è che i portatori di interesse della categoria espongano le problematiche specifiche del settore all’amministrazione finanziaria in modo che si possa prevedere una specifica deroga, quantomeno per le operazioni in regime IVA 74ter: è noto infatti che questo adempimento dell’autofatturazione elettronica dei documenti esteri è stato implementato affinchè l’Agenzia delle Entrate sia in grado di predisporre i calcoli IVA e le dichiarazioni IVA “automatiche” e “precompilate, ma è altrettanto noto che l’Agenzia delle Entrate ha espressamente escluso da questi “benefici” chi applica i regimi speciali IVA come appunto le agenzie viaggi.

Quindi a che pro imporre anche ad agenzie viaggi e tour operator questo gravoso adempimento?

Altri argomenti della stessa categoria

POTREBBE INTERESSARTI

Pacchetto turistico con acquisti da fornitori esteri: quali adempimenti?

Buongiorno, ho organizzato un pacchetto di turistico comprensivo di voli, trasferimenti e prenotazione Euro Disney, ho ricevuto fattura...

Deve essere applicato il bollo sulle fatture 74ter?

per le pratiche 74ter EXTRAUE di valore...

Prenotazione hotel con Bedsonline: come fatturarlo al cliente?

Cliente straniero mi chiede prenotazione alberghiera per un gruppo a Barcellona, che effettuo al netto tramite Bedsonline (provider...

Come compilare al dichiarazione IVA per i costi 74ter esteri gestiti in reverse charge?

Nell’anno 2023 abbiamo iniziato a gestire i costi 74ter di fornitori esteri (ue e fuori ue) con reverse charge (integrazione/autofattura) ,...

Ritenuta sulle provvigioni assicurative dal 1 aprile 2014?

Le compagnie assicuratrici con la quale collaboriamo come Agenzia Viaggi per l'emissione delle polizze annullamento e sanitarie ci ha inviato...

Soggiorno in Italia prenotato attraverso operatore estero: necessario aggiungere IVA?

Il nostro corrispettivo su un soggiorno in Italia prenotato attraverso operatore con sede all'estero va registrata aggiungendo comunque IVA o...

IL CONCORDATO PREVENTIVO BIENNALE

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.Lgs. 13/2024, è stata data attuazione alla Legge delega per la Riforma fiscale (L. 111/2023) in materia di...

CONVERTITO IL MILLEPROROGHE

Il D.L. 215/2023, rubricato “Disposizioni urgenti in materia di termini normativi”, e ribattezzato c.d. Milleproroghe è stato convertito con L. 18/2024,...

Pratica in parte al netto ed in parte intermediata: come gestirla?

Necessiterei  di un parere di natura fiscale in merito al seguente quesito riguardante acquisto di servizi turistici in parte in...

Presentazione delle autocertificazioni attestanti gli importi necessari per la concessione dei contributi de minimis: Scadenza 8 marzo 2024!

Attenzione all'imminente scadenza dell'autocertificazione attestante gli importi dei contributi ricevuti per chi eccede i limiti de minimis, cioè per chi ha...